La neve non gela i cuori

12 02 2012

Per il terzo anno consecutivo la fiaccolata nel centro storico di Siena



Siena, 12 febbraio – Venerdì sera, durante una copiosa nevicata, si è svolta regolarmente la fiaccolata organizzata da CasaPound Siena in ricordo dei martiri delle foibe e delle atrocità in Italia orientale e degli esuli giuliano-dalmati. “Pur in condizioni metereologiche fortemente avverse – dichiara Gabriele Taddei, responsabile provinciale dell’associazione CasaPound Italia – che hanno pregiudicato il successo numerico delle due precedenti Giornate del Ricordo e che hanno bloccato numerose persone, anche quest’anno i cittadini senesi hanno marciato per le vie del centro storico. In un atmosfera surreale, innevata e silenziosa, abbiamo portato di nuovo il nostro ‘Istria, Fiume e Dalmazia nè Slovenia nè Croazia’ in Piazza del Campo, sfidando solo un infinitesima parte delle sofferenze patite dai nostri concittadini e fratelli italiani caduti e cacciati dal suolo patrio”.

“Tra il 1943 ed il 1947 circa 30.000 italiani vennero seviziati e massacrati, gettati e fatti scomparire nelle cavità carsiche dette foibe, mentre altri 350.000 vennero cacciati e deportati dalle regioni e dalle città dell’Italia orientale: Istria, Fiume e Dalmazia appunto. Regioni d’Italia tanto quanto la nostra Toscana. Centinaia di migliaia di persone costrette a lasciare terra, abitazioni, cultura, tradizioni millenarie sulla scia della pulizia etnica e del genocidio antitaliano perpetrato dalle orde rosse del sanguinario Tito, intento a eliminare da quelle terre gli italiani senza alcuna distinzione politica, sessuale o religiosa. Per rendere onore alle vittime di questa barbarie – termina la nota di Cpi – chiediamo ancora una volta l’intitolazione, a Siena, di un viale ai Martiri delle foibe e dell’Esodo giuliano-dalmata: un piccolissimo segno di rispetto per i nostri fratelli”.


pubblicato su GoNews, 12 febbraio 2012

pubblicato su OkSiena, 12 febbraio 2012

pubblicato su Fresco di Web, 12 febbraio 2012

pubblicato sul Cittadino Online, 12 febbraio 2012





La festa nazionale ed i numeri dell’anno

21 09 2011

Iannone: abbiamo dimostrato di essere una realtà con cui fare i conti, ripartiamo da 18 punti per la riconquista nazionale

Roma, 19 settembre – Oltre millecinquecento persone hanno partecipato a ‘Direzione Rivoluzione’, la festa nazionale di CasaPound Italia, che si è chiusa ieri ad Area 19. Quattro giorni di formazione, analisi e dibattiti con nomi della politica e dell’informazione, da Stefania Craxi a Mario Sechi, da Pietrangelo Buttafuoco a Gabriele Adinolfi. Ma anche di sport, teatro, moda e soprattutto musica, con i sei gruppi ospiti del concerto di sabato che hanno fatto registrare il ‘tutto esaurito’.

La festa è stata anche l’occasione per fare il bilancio dell’ultimo anno di attività per CasaPound Italia. ‘’Tremilacinquecento iscritti, trentatré nuovi spazi ‘conquistati’ dal nord al sud dell’Italia, otto consiglieri comunali eletti, un romanzo sul movimento che ha venduto 15mila copie. A meno di quattro anni dalla sua nascita – sottolinea il presidente dell’associazione, Gianluca Iannone – Cpi resta uno dei pochissimi elementi di novità e concretezza nello stantio mondo politico e culturale del nostro paese. Senza finanziamenti che non siano quelli del 5 per mille, senza strutture che non siano quelle da noi occupate e riqualificate con impegno e fatica o conquistate grazie all’autofinanziamento e all’entusiasmo di migliaia di militanti instancabili, il nostro movimento nella sua breve vita ha saputo dimostrare di essere una realtà con cui è necessario fare i conti’’.

‘’Ci apprestiamo ad affrontare il 2012 sulla scorta di un nuovo entusiasmo e di un nuovo impegno – prosegue Iannone -, cominciando dal programma politico che abbiamo voluto aggiornare e ristampare per dimostrare che le soluzioni alla questione Italia ci sono e sono a portata di mano. Diciotto punti per la riconquista nazionale, diciotto concetti base che disegnano il mondo che vogliamo e per cui siamo disposti a lottare: dal controllo pubblico delle banche all’istituzione di un’area commerciale europea chiusa, dal diritto alla proprietà della casa alla difesa dei diritti sociali contro lo scippo del futuro, dall’applicazione reale della Costituzione alla costruzione degli strumenti che consentano una vera partecipazione popolare alla politica. Diciotto punti che nascono da un’unica idea, dalla consapevolezza di quello che siamo: i figli migliori di un popolo che deve tornare a essere Una Nazione’’.

Per saperne di più clicca qui:
Il 2011 di CasaPound Italia in pillole

Articolo su il Tempo





L’unica Repubblica è quella Sociale

2 06 2011





Bolzano è Italia!

6 03 2011

Quattromila persone, militanti di Cpi ma anche tanti cittadini, hanno partecipato ieri a Bolzano al corteo promosso da CasaPound Italia contro l’accordo siglato dal ministro dei Beni culturali Sandro Bondi con l’Svp per la ‘storicizzazione’ dei monumenti fascisti del capoluogo altoatesino. Partito da piazza della Vittoria e terminato nella stessa piazza con un simbolico lancio di rose rosse al monumento a Giuseppe Mazzini, il corteo era aperto da uno striscione in tedesco: ”Sì alla convivenza, no all’arroganza”. A seguire centinaia di tricolori che sventolavano, poi uno striscione cinque metri per tre: ”Nessun compromesso vale l’identità di un popolo”. Quindi le bandiere rosse con la tartaruga, simbolo di Cpi, e quelle del Blocco studentesco, con il fulmine cerchiato. E ancora striscioni con i nomi di tutte le regioni italiane, dal Piemonte alla Sicilia, dal Friuli Venezia Giulia alla Sardegna, portati dalle rappresentanze delle sedi Cpi di tutto il paese arrivate in Alto Adige per dire che ”Bolzano è Italia”.

A fare da sottofondo alla manifestazione la musica di Ludovico Einaudi, ma anche le canzoni di Rino Gaetano e di ZetaZeroAlfa, la band del leader di CasaPound Italia Gianluca Iannone, mentre il corteo si è concluso, dopo gli interventi sul palco di Iannone Maurizio Puglisi Ghizzi, Gianfranco Piccolin, Donato Seppi e di Andrea Bonazza, coordinatore regionale di Cpi, con l’inno di Mameli.

”Anche in questa occasione – sottolinea Cpi – la nostra festa ha trovato un contraltare nella protesta di pochi isterici saccenti che non hanno saputo far altro che rispondere a una manifestazione numerosa, giovane e gioiosa con una contromanifestazione vecchia, noiosa e priva di contenuti innovativi: Questa è la nostra risposta a chi non ci avrebbe voluto in piazza”.

Oh Battaglion Toscano, il meglio tu se’ tu…

Rassegna stampa (in aggiornamento):

AdnKronos

Ansa

Libero

L’AltoAdige

La figuretta dell’estrema sinistra antifascista:

Ansa





Un veliero colmo di cuori!

16 01 2011

Dal Corriere di Siena:

Tantissimi giovani, ieri sera, in via Stalloreggi per la festa del tesseramento di CasaPound: “Per noi che, per scelta, non siamo un partito che vive di finanziamenti pubblici o una fondazione milionaria, – spiegano i ragazzi presenti – il tesseramento assume un valore speciale perché, insieme al 5 per mille, rappresenta l’unica forza di sostentamento che ci consente di realizzare le innumerevoli attività portate avanti giorno dopo giorno: dai servizi al cittadino, come il Caf e lo sportello sociale, ai corsi di musica, di sport e di lingua a prezzi popolari, dall’impegno sul fronte della solidarietà, con i progetti per la Birmania e il Kosovo, all’attività più strettamente politica, tutta incentrata sul sociale, e culturale”.

Alcune foto della serata

pubblicato sul Corriere di Siena, 16 gennaio 2011 – pag. 5





2010

31 12 2010
Dicembre:
Venerdì 17: volantinaggio contro la riforma Gelmini e dono di cd di musica non conforme agli studenti degli istituti superiori Sarrocchi e Marconi.

Lunedì 13: distribuzione gratuita di sale contro il carovita alla fiera di Santa Lucia.

Domenica 12: “L’Italia non è in vendita!”, azione di sensibilizzazione a favore delle aziende di Stato contro le speculazioni internazionali.

Lunedì 6: CatenaccioCaffè!: dibattito su “Diario di uno squadrista toscano”, di Mario Piazzesi.


Venerdì 3: spedizione a Prato per partecipare alla presentazione del libro “Nessun dolore – Una storia di CasaPound”, organizzato da CasaPound Prato per le ore 21.30.


Novembre:
Martedì 30: per il CineCatenaccio! dalle ore 20 aperitivo, pizzata e proiezione del film “Il vento che accarezza l’erba” di Ken Loach.



Sabato 20: spedizione a Firenze per la presentazione della nuova edizione del libro-cult “Diario di uno squadrista toscano” di Mario Piazzesi.


Ottobre:
Mercoledì 13: uscita in tutte le librerie italiane di “Nessun Dolore – Una storia di CasaPound” di Domenico di Tullio, edito da Rizzoli.

Correte ad acquistarlo!


Settembre:
Mercoledì 29: discussione letteraria al Catenaccio sul libro “Ammazzate quel fascista! Vita intrepida di Ettore Muti”.



10-11-12: raduno nazionale annuale di CasaPound Italia: musica, cultura, scuole quadri ed appuntamenti sportivi nella cornice di Area19 a Roma.



6 settembre: prima riunione di coordinamento ed organizzazione per la nuova stagione.


Luglio:
19 luglio: presidio al casello di Firenze Certosa contro l’iniqua tassazione aggiuntiva imposta come pagamento della superstrada Siena-Firenze.

Giugno:
30 giugno: affissione striscioni in onore di Pietro Taricone, amico di CasaPound Italia e di Istinto Rapace, morto in seguito ad un lancio col paracadute.

26 giugno: “Tana delle Tigri” a Roma. Spedizione da Siena effettuata, Katanga di SottoFasciaSemplice infiamma la serata come guest star!


25 giugno: affissi striscioni sulla superstrada Siena-Firenze in un’azione congiunta di CasaPound Siena e Firenze.
Articolo

24 giugno: Serate Mondiali. Italia-Slovacchia al Catenaccio, ritrovo dalle 15.30!


21 giugno: Solstizio d’Estate.

20 giugno: Serate Mondiali. Italia-Nuova Zelanda al Catenaccio, ritrovo dalle 15.30!

19 giugno: festa per la presentazione in anteprima mondiale del nuovo cd degli ZetaZeroAlfa al Catenaccio, in contemporanea con decine di locali e sedi di CasaPound Italia su tutto il territorio nazionale!



14 giugno: Serate Mondiali. Italia-Paraguay al Catenaccio, ritrovo dalle 20!

11 giugno: saluto ai Martiri ed agli scomparsi.

5 giugno: spedizione senese a Todi per l’Umbria Fest effettuata!

4 giugno: festa per i due anni di CasaPound Siena, con Gianluca Iannone.
Articolo 1
Articolo 2


Maggio:
29 maggio: spedizione a Firenze per l’inaugurazione della locale sede di CasaPound Italia. Grande giornata di festa, tanti fiorentini e decine di persone da tutta la toscana!

26 maggio: serata cineforum “Un giorno di ordinaria follia”, con proiezione e dibattito sull’omonimo film di Joel Schumacher!



15 maggio: Emilia fest… conferenze, concerti, divertimento!

7 maggio: manifestazione nazionale del Blocco Studentesco a Roma. Contattateci per iscrivervi ai pullman in via di organizzazione!



6 maggio: banchetto informativo e volantinaggio del Blocco Studentesco Università presso la facoltà di Giurisprudenza e Scienze Politiche di Siena.


Aprile:
30 aprile: partecipazione all’aperitivo-serata organizzata dal Blocco Studentesco universitario di Firenze, in previsione delle elezioni per il CNSU (Consiglio Nazionale Studenti Universitari).

29 aprile: banchetto informativo e volantinaggio del Blocco Studentesco universitario presso la facoltà di Giurisprudenza e Scienze Politiche di Siena.

24 aprile: Festa del Cappello al Catenaccio. Dalle 20 tutti presenti con copricapo!



23 aprile: aperitivo-serata del Blocco Studentesco universitario di Siena, in quel di San Pietro, in previsione delle elezioni per il CNSU (Consiglio Nazionale Studenti Universitari) del 12-13 maggio. Ottimo successo di presenze.

21 aprile: 2763° compleanno di Roma, cena comunitaria e festeggiamenti!



17 aprile: spedizione in quel di Arezzo per la presentazione dello sportello anti-usura da parte della locale sezione di CasaPound Italia.

11 aprile: trasferta a Firenze per la conferenza organizzata da CasaPound Italia e la Comunità Solidarista Popoli per parlare della situazione del popolo Karen in Birmania (www.comunitapopoli.org).

3 aprile: spedizione escursionistica sui rilievi della provincia di Siena. Comunità e contatto con la natura.


Marzo:
30 marzo: serata cineforum, aperitivo, proiezione e dibattito sul film “Pulp Fiction” di Quentin Tarantino.



13 marzo: occupazione simbolica del carcere di Veneri a Pescia, costruito negli anni ’90 e mai utilizzato. Mobilitazione

13 marzo: partecipazione alla riunione dei coordinamenti regionali di CasaPound Toscana e del Blocco Studentesco scuola ed università.

8 marzo: aperitivo, cena e dibattito sul libro “Fahrenheit 451” di Ray Bradbury.



Febbraio:
23 febbraio: aperitivo, pizzata, proiezione di “V per Vendetta” di J. McTeigue e dibattito sul film.



10 febbraio: fiaccolata di ricordo per le vie di Siena in onore delle vittime e dei deportati delle regioni istriano-dalmate da parte della barbarie comunista ed antifascista. Ottimo successo da parte di CasaPound Siena che, in un pomeriggio lavorativo, porta in piazza settanta militanti.
Articolo


6 febbraio: partecipazione al corteo regionale in onore dei Martiri delle Foibe, a Firenze. Più di mille italiani liberi presenti alla commemorazione. CasaPound Toscana inquadrata dietro il proprio striscione. Un grande successo, in crescita costante. Dall’altra parte una cinquantina di residuati bellici con bandiere della jugoslavia comunista, dell’Unione Sovietica, un paio di altoparlanti e le solite grida isteriche inneggianti alle foibe, alla violenza ed alla morte di chiunque.
Ogni anno che passa le distanze numeriche tra italiani e ciarpame antifascista aumenta.
Onore ai Martiri, dopo decenni di oblio state tornando ad ottenere il rispetto che vi compete.

2 febbraio: azione contro la Fiat, coordinata dal movimento su tutte le province italiane. Fiat odia l’Italia!
Articolo 1
Articolo 2

2 febbraio: seconda lezione del corso di primo soccorso con lezioni teorico-pratiche di BLS, tenuto in collaborazione con i soccorritori delle associazioni di settore al Catenaccio, in via Stalloreggi 87.
Articolo

Gennaio:
30 gennaio: conferenza dal tema “Destra e Sinistra oggi”, organizzata da CasaPound Pistoia, con Adriano Scianca (resp. cult. CP Italia) e Raffaele Morani (sinistra radicale). Partenza alle 14.30 da Siena.

26 gennaio: prima lezione del corso di primo soccorso con lezioni teorico-pratiche di BLS, tenuto in collaborazione con i soccorritori delle associazioni di settore al Catenaccio, in via Stalloreggi 87.
Articolo

20 gennaio: serata “Fight Club”. Aperitivo-cena, visione di “Fight Club” di David Fincher e dibattito sulle tematiche affrontate nel film e nell’omonimo libro di Chuck Palahniuk.

17 gennaio: partecipazione alla riunione del coordinamento regionale di CasaPound Toscana.

12 gennaio: azione del Blocco Studentesco per la sicurezza nelle scuole.
Articolo

9 gennaio 2010: spedizione a Lucca per la mostra fotografica organizzata da CasaPound Lucca sui luoghi e gli spazi della città e per portare solidarietà per i recenti danneggiamenti occorsi alla sede locale per mano antifascista.

7 gennaio 2010: partecipazione al Presente in onore dei Martiri di Acca Larenzia a Roma.
Articolo

5 gennaio 2010: partecipazione alla serata ed alla festa dei ragazzi di CasaPound Perugia, con ricavato a favore degli sfrattati della città.





Meglio tardi che mai!

17 11 2010

Un’immagine delle raccolte firme partite nel 2005

Siena, 15 novembre – “Ci compiaciamo dell’attivismo che sta contraddistinguendo l’azione politica dell’amministrazione comunale in queste ultime settimane di mandato – così interviene Gabriele Taddei, responsabile provinciale dell’associazione di promozione sociale CasaPound Italia – un pò troppo concentrato in coda, ma diamo pure ad ognuno i suoi tempi”.

In particolare la nota del movimento si sofferma sull’intenzione espressa da esponenti della giunta comunale di rendere gratuita la sosta all’interno dei parcheggi dell’ospedale della nostra città. “Ben prima di ogni altro attuale movimento cittadino ci siamo mossi per sottolineare la vergogna di dover pagare dazio per ricevere cure o visitare i propri cari malati, un obolo versato dalla sofferenza. A partire dal 2005-2006, allora non ancora indipendenti ma come corrente di CasaPound all’interno di un’etichetta partitica, abbiamo raccolto migliaia di firme, come evidenziato dai media locali e regionali, poi presentate alle istituzioni preposte e ricevendo in cambio le classiche risate in faccia”.

Il cambiamento della situazione fa chiedere all’associazione: “adesso chi di dovere ha cambiato idea? Bene, ma non si dica che ‘adesso si sono presentate le condizioni’, perchè nulla è cambiato se non il fatto che si vada incontro alle elezioni comunali e si debba in fretta far cassa di iniziative politicamente ed elettoralmente spendibili. Al di là delle posizioni e del gioco delle parti, la coerenza è un valore apprezzato da tutti e farla propria può solo contribuire a dissolvere i veleni della politica: apprezzando la solidarietà a noi recentemente inviata a livello ufficiale proprio dal partito di maggioranza in giunta, vogliamo ripagare con un consiglio. Più umiltà e, soprattutto, la coerenza di ammettere i propri errori – come nel caso delle recenti polemiche per le vicende della scuola Mattioli – farebbero solo del bene: quale enorme progresso sarebbe avere politici di ogni fazione ammettere ‘ci siamo sbagliati, avevate ragione: adesso provvediamo’”.

pubblicato sul Corriere di Siena, 17 novembre 2010 – pag. 5