Salamandra – Mobilitazione per l’Emilia

22 05 2012
[I° settimana]
Il gruppo di protezione civile di CasaPound raccoglie materiali ed invia volontari


Siena, 22 maggio – ‘La Salamandra’, gruppo di protezione civile di CasaPound Italia, comunica l’avvio della mobilitazione per le zone terremotate dell’Emilia Romagna. “Da due giorni i nostri volontari sono presenti sui luoghi del sisma, è stato realizzato un campo base presso l’ospedale di Mirandola, in provincia di Modena, una zona duramente colpita dai terremoti. Al momento stiamo portando assistenza ad anziani e disabili ricoverati nell’ospedale e portando assistenza logistica ai terremotati, montando tende e distribuendo pasti”.

“A Siena, così come in tutto il resto d’Italia – dichiara Gabriele Taddei, responsabile provinciale di CasaPound – abbiamo dato il via alla raccolta di materiali: al momento è segnalata la necessità di acqua, pane confezionato, cibo pronto non da cucinare, biscotti, merendine, impermeabili, stivali di gomma, carta igienica, guanti da lavoro e coperte in buono stato, lista che verrà aggiornata in tempo reale tramite media, ma anche sulla nostra pagina facebook e sul sito https://ilcatenaccio.wordpress.com. E’ possibile portare materiali raccolti dal lunedì al giovedì dalle 21.45 alle 24, o in altri orari tramite appuntamento, presso la nostra sede in via Stalloreggi 87. Per la provincia contatti ai numeri di telefono 3487743418 o 3203195043. Inoltre – termina la nota de La Salamandra Cpi – stiamo approntando la prima turnazione di volontari senesi e toscani per recarci nelle zone terremotate, pertanto chiunque abbia la possibilità ci contatti al più presto. I primi giorni dell’emergenza sono fondamentali, l’apporto di tutti allo stesso modo”.

pubblicato su GoNews, 22 maggio 2012

pubblicato su AntennaRadioEsse, 22 maggio 2012

pubblicato sul CittadinoOnline, 23 maggio 2012

pubblicato sul Corriere di Siena, 25 maggio 2012


Modena, 24 maggio – “Questo è il quarto giorno in cui ci troviamo ad operare nelle zone più gravemente colpite dal sisma e, sebbene le scosse non si siano ancora arrestate e molta gente sia ancora costretta a dormire fuori dalla propria casa, vediamo intorno a noi tanta voglia di vivere e di andare avanti, anche da parte della popolazione più anziana che assistiamo ininterrottamente 24 ore su 24”. Ad affermarlo in una nota sono i volontari del Gruppo di Protezione Civile di CasaPound Italia “La Salamandra”, impegnati da domenica scorsa in opere d’assistenza ai terremotati delle provincie di Modena e Ferrara, fra le più colpite dal sisma dello scorso 20 maggio.
“Gli aiuti che riceviamo quasi giornalmente da tutta Italia – proseguono i volontari – ci hanno inoltre permesso di aprire altri quattro campi nei comuni di Finale Emilia, San Felice, Pilastri e Bondeno. Dove ci siamo attivati subito per assistere la popolazione e consegnare il materiale ricevuto. Nonostante i tempi duri per tutti, fa piacere vedere così tanta solidarietà, speriamo adesso arrivi presto il rientro dallo stato di emergenza così che la gente possa riprendere possesso delle proprie case”.


Il campo della Salamandra diventa centro di smistamento regionale
Modena, 25 maggio – Mirandola fulcro “dello smistamento per gli aiuti che arrivano in regione grazie al nostro appello”. A renderlo noto sono i volontari de “La Salamandra” il Gruppo di Protezione Civile che fa capo a CasaPound Italia. Impegnati per il sesto giorno consecutivo nelle zone della bassa modenese e della provincia di Ferrara, i volontari, attraverso una nota, spiegano: “Anche oggi possiamo dire di aver concluso con un altro importante risultato, diventare il punto di raccolta e smistamento in regione per i generi di prima necessità. Un risultato insperato certo ma il cui merito va sicuramente ai tanti che, da Roma a Bolzano, da Torino a Napoli, hanno risposto alla nostra raccolta beni di prima necessità”.
“Sicuramente però non ci fermeremo qui e non ci adagiamo sugli allori – si continua a leggere nella nota – con l’approssimarsi del week end abbiamo previsto e coordinato l’arrivo di altri volontari con altro materiale, di conseguenza quindi potremo intensificare le nostre attività d’aiuto e assistenza nei quattro campi che abbiamo aperto. Sperando come sempre che presto non ci sarà più bisogno di noi, poiché vorrà dire che la situazione è rientrata in uno stato di normalità”.


Evacuati 150 disabili e malati di Alzheimer
Modena, 29 maggio – E’ stata dichiarata inagibile dai vigili del fuoco ed evacuata la struttura sanitaria di Mirandola, cittadina in provincia di Modena gravemente colpita dalle scosse di questa mattina , che ospita circa centocinquanta anziani malati di Alzheimer e in alcuni casi colpiti anche da gravi disabilità fisiche. Lo riferisce la Salamandra, il nucleo di protezione civile di CasaPound Italia, che da lunedì scorso sta operando sul posto con volontari arrivati in Emilia Romagna da tutta Italia.
‘’La situazione è sotto controllo ma drammatica – racconta Pietro Casasanta responsabile del gruppo di volontari di Cpi – e tutto è reso ancora più difficile dal fatto che anche le linea telefoniche funzionano poco. Il centro di Mirandola dove sta operando la Salamadra è stato dichiarato inagibile dei vigili del fuoco. Abbiamo provveduto ad evacuarlo insieme a sanitari e paramedici, e ora i pazienti, circa 150 anziani, sono in attesa di una sistemazione nelle tende o in altre strutture. Naturalmente sono disorientati, alcuni hanno anche problemi fisici importanti, per il momento cerchiamo di stare loro vicini e di rassicurarli, nell’attesa che arrivino le colonne mobili della protezione civile nazionale’’.
Intanto CasaPound Italia annuncia che centri di raccolta per l’Emilia Romagna sono stati allestiti in tutte le sue 72 sedi sul territorio nazionale. ‘’Tutti i cittadini e le associazioni che volessero aiutare i circa 5mila sfollati contribuendo con beni di prima necessità potranno dunque consegnarli agli indirizzi presenti sul sito (www.casapounditalia.org) – spiega l’associazione – Il materiale verrà inviato ai nostri tre campi in Emilia Romagna, per poi essere immediatamente distribuito’’. Alle 16, su RadioBandieraNera, la web radio del movimento (www.radiobandieranera.org), uno speciale a cura di RBN Marche con aggiornamenti sulla situazione dei campi di Cpi in Emilia.

Annunci

Azioni

Information

One response

4 03 2013
2012, cosa fatta capo ha | Catenaccio

[…] Maggio-Agosto: Raccolta generi di prima necessità e materiali da lavoro per l’emergenza sisma in Emilia: cibi confezionati, non deperibili e non da cucinare, impermeabili, guanti da lavoro, carta igienica, stivali di gomma e coperte in buono stato. Impiantato un campo base di CasaPound Italia presso Mirandola (MO), invio di volontari per le turnazioni anche da Siena. Articolo e volantino […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: