Tanto rumore per nulla

29 11 2009

CasaPound Siena interviene in merito alla serata di beneficenza realizzata sabato nei locali della propria associazione.
“Doveva avvenire il finimondo.” – dichiara Gabriele Taddei, responsabile provinciale di CasaPound – “E’ invece stata una bella festa cittadina. Ci si aspettava una calata di barbari. E’ invece calata nella nostra sede la cittadinanza senese. Uomini, donne, anziani e bambini. Oltre duecento persone si sono avvicendate dal pomeriggio a notte inoltrata in via Stalloreggi, presso la libreria-pub Catenaccio: per portare solidarietà alle pressioni mafiose, per conoscerci, per farsi un opinione diretta, lasciare un contributo alle nostre attività sociali o per semplice curiosità generata dal risalto mediatico. Hanno partecipato alla serata decine di ragazzi di CasaPound Italia provenienti dalle comunità toscane, umbre, emiliane e laziali, quegli stessi ragazzi che avrebbero partecipato ad un eventuale concerto e che, come volevasi dimostrare, non hanno creato alcun tipo di danno se non un paio di violenti e fascistissimi bicchieri di birra caduti in terra. Il tutto si è concluso con circa settanta nuove tessere della nostra associazione culturale sottoscritte ed un clima di festa respirato per tutta la serata, mentre la compagnia latrante rimaneva ben chiusa nel proprio ridotto, rodendosi le mani tra nuvole di marocco. Un pizzico di tristezza va a coloro che, possedendo un potere smisurato, si prestano ai piccoli giochetti di un barbetta qualunque, infido spargitore del seme dell’odio e di quell’intolleranza che vanno sradicati dalla scena politica e sociale della città, invece di utilizzarli per riunire le energie di questa terra benedetta in un unico fascio di forze, per la crescita comune. Vedremo quanti avranno il coraggio di scusarsi per il veleno sputato in questi giorni. Chi ama l’azione, chi la rielezione, chi sta con la gente, a chi non importa niente. Ma il cielo è sempre più blu…”.

pubblicato sul Corriere di Siena, 30 novembre 2009

Annunci

Azioni

Information

6 responses

29 11 2009
sergio

Alla fine ….. i sinistri nostalgici di una guerra civile finita 65 anni fa ….. Vi hanno fatto un bel favore dando grande risalto mediatico a Casapound ed al suo NUOVO MODO DI FARE POLITICA e facendovi ulteriormente conoscere da quella parte dei cittadini senesi che non accettano il potere mafioso imperante!
BRAVI RAGAZZI!

29 11 2009
Giorgio

Purtroppo non ho potuto esserci. Peccato anche per il concerto degli Hate For Breakfast saltato.

Bravi ragazzi. La giovane Siena ghibellina respira ancora, che la decrepita Siena massona e post-comunista ne prenda atto.

29 11 2009
luigi

grazie ragazzi!!
siena dimostra il proprio cuore ai nobili ideali di una vera giovinezza !
lo spirito ghibellino riapre il suo fronte contro la dittatura dei massocattocomunisti!!
eja!

30 11 2009
Guido Cambrini

Grazie per l’accoglienza riservatami sabato sera. Come già espressoVi in quell’occasione, ci dividono alcuni “anni di età” (purtroppo per me) , ma ci accomunano mille altri sentimenti che fanno sì che la carta di identità non sia un problema.
Guido Cambrini

30 11 2009
Marzio

Guido, lo sai..per te e per tutti gli altri camerati…più “grandicelli” la porta del nostro locale è sempre aperta…averti conosciuto è stato un vero piacere oltre che onore!
Alla prossima.

13 02 2011
2009 « Catenaccio

[…] grazie di tutto, pagliacci antifascisti! Articolo 1 Articolo 2 Articolo 3 Articolo 4 Articolo 5 Articolo 6 – – 21 novembre 2009: spedizione a Magione (PG), dove i ragazzi di CasaPound Perugia […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: