Carlo Parlanti libero!

3 03 2009

Giovedì 5 marzo dalle 11 alle 13 si svolgerà davanti all’ambasciata di Roma e ai consolati americani di Firenze, Bologna e Milano una mobilitazione nazionale di CasaPound Italia a favore della liberazione di Carlo Parlanti, cittadino italiano ingiustamente detenuto nelle carceri statunitensi.
“Carlo Parlanti è stato detenuto in Germania tra il 2004 ed il 2005 per essere estradato negli Stati Uniti, in barba ad ogni diritto elementare” – interviene Gabriele Taddei, responsabile provinciale di CasaPound Italia – “Accusato di uno stupro terribile, senza alcuna prova a suo carico se non il racconto di una donna psicologicamente instabile e di prove riconosciute come falsificate, Carlo Parlanti è stato inoltre soggetto di sevizie e violenze fuori da ogni immaginazione durante la prigionia, durante le quali è stato anche infettato da epatite C. Davanti all’arroganza degli Usa, tesi a ribadire il dominio assoluto sul sistema giudiziario mondiale e la volontà di dimostrare l’impunità più assoluta nei confronti dei crimini commessi (Cermis, Calipari,…), CasaPound Italia pretende un moto d’orgoglio da parte delle istituzioni italiane, per la celebrazione di un processo equo.
CasaPound Siena parteciperà, assieme a tutti i militanti toscani, alla manifestazione che si terrà sotto il consolato americano a Firenze. La partenza sarà alle 8.30 da Siena, per informazioni contattare casapoundsiena@yahoo.it.”

Annunci

Azioni

Information

One response

13 02 2011
2009 « Catenaccio

[…] Articolo2 […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: