Repressione sulle mulattiere?

6 08 2008

La presentazione in pompa magna dell’istallazione degli autovelox sulla Siena-Firenze ci lascia quantomeno sbigottiti.

Il tracciato che porta al capoluogo di regione, nonchè unico collegamento con il Nord, risulta ormai in stato di decennale abbandono, mancante di una “rinfrescata” alla messa in sicurezza, costellato di buche e veri e propri crateri che rendono pericolosi ed inagibili gli spostamenti. L’inefficenza della rete, accompagnata dall’inesistenza di una reale capacità ferroviaria nazionale, comporta ovviamente disagi e problemi anche all’economia di tutta la provincia, mancando la sua zona produttiva settentrionale di efficaci collegamenti di trasporto.

Tutto ciò va ad aggiungersi alla già rammentata carenza di una rete ferroviaria nazionale degna di questo nome, che nella zona senese raggiunge livelli di meschinità oscena, oltre alle problematiche relative alla Siena-Grosseto, ancora ben lontana dal completamento sul versante nostrano. Con relativo carico di incidenti e vite spezzate.

Qual’è la risposta delle istituzioni a tutto ciò?

Una manciata di autovelox.

Repressione del cittadino per rimpinguare le casse pubbliche.

Balzelli medievali.

A fronte di una situazione che vede, quasi quotidianamente, i cittadini sfogliare al mattino i giornali con apprensione riguardo all’ultimo deceduto o ferito sulle strade senesi, tutto il tessuto economico primario e secondario soffrire di carenze strutturali enormi e l’intero territorio senese tagliato fuori dai collegamenti nazionali. Casa Pound Siena chiede fermamente l’impegno e la programmazione seria, da parte delle istituzioni comunali e provinciali, per il rinnovamento della rete infrastrutturale territoriale. Priorità: il rifacimento in sana pianta della Siena-Firenze, la velocizzazione del completamento del versante senese della Siena-Grosseto, pressioni per la ricostituzione dello scalo merci del capoluogo e per il rinnovamento dei tracciati.

I soldi ci sono. Usiamoli con decenza.

E non ricominciamo a parlare di aereoporti per favore.

Pensiamo al pane, poi magari si penserà al contorno.

pubblicato sul Corriere di Siena, 07 agosto 2008

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: