Risposta al sig. Perugini

5 08 2008

La risposta del signor Perugini sulle colonne Corriere di Siena esprime efficacemente la sedicente superiorità intellettuale della sinistra salottiera. L’arroganza stilistica, così come l’intolleranza nei confronti delle idee altrui, il “viva la democrazia, ma solo se la si pensa come me” non meriterebbero neanche una risposta.

Ma la risposta è dovuta alle migliaia di persone che, in tutto il territorio senese, hanno sempre appoggiato la nostra comunità (con i loro voti, appoggio, solidarietà, amicizia) nel suo sviluppo tra le diverse sigle, proprio per quei principi ideali disprezzati ed offesi dal signor Perugini stesso. Un soggetto che “apre la bocca per dargli fiato”, dato che parla di argomenti di cui probabilmente non ha la benchè minima conoscenza. Vuole spiegarci il Perugini quale carattere escludente abbia la tartaruga simbolo di CasaPound? In quale modo lo turbano le battaglie per il diritto alla proprietà della casa? Forse ha problemi nel sostenere la libertà del Tibet e dell’etnia Karen, rispettivamente sotto attacco dei capital-comunisti cinesi e birmani, come noi? Quali rigurgiti provocano le “sataniche” pagine del sito www.casapound.org?

Forse al signor Perugini provoca fastidio che in Italia vi sia qualcuno che si ribella alla logica del lavora-produci-consuma-crepa ed al materialismo imperante, qualcuno che si occupa delle istanze della propria gente (dal precariato alla speculazione finanziaria, dal carovita alle battaglie ambientali, dalle strisce blu dei parcheggi all’impegno per la riedificazione di uno stato sociale e di una ristrutturazione comunitaria degni di questo nome) invece di strisciare ai piedi di grande finanza, industriali, sindacati e chiese monoteiste varie, tentando di far rifiorire quella “forte identità” che ha reso grande l’Europa nei millenni, il cui annientamento ci ha catapultato nell’attuale baratro comunitario e sociale.

Secondo la concezione attuale del termine “fascista”, chi lo è veramente tra noi? Coloro che lottano per la propria gente, per gli italiani, o coloro che, arrogantemente, si permettono di propugnare sulle pagine dei quotidiani il debellamento delle idee altrui?

L’ipocrisia e l’incoerenza sono gran brutte bestie.

pubblicato dal Corriere di Siena, 5 agosto 2008

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: